Freddo e infezioni

An abstract background with a macro shot of various microbes including virus cells and bacteria

L'arrivo dell'inverno porta con sé una serie di sfide per il nostro sistema immunitario. In questo articolo, esploreremo il legame tra l'abbassamento della temperatura e l'efficacia delle difese immunitarie, alla luce delle recenti scoperte degli studiosi di Harvard Medical School e della Northeastern University. Analizzeremo anche le prime linee di difesa nel naso e l'importanza della temperatura interna delle mucose. Inoltre, daremo voce alle preoccupazioni dei geriatri italiani di fronte al brusco calo delle temperature. Infine, forniremo consigli pratici su come proteggere il naso e rafforzare le difese immunitarie.

“In origine, quando la religione era forte e la scienza debole, gli uomini confondevano la magia con la medicina; ora che la scienza è forte e la religione debole, gli uomini confondono la medicina con la magia.”

— Thomas Stephen Szasz

L’arrivo dell’inverno porta con sé una serie di sfide per il nostro sistema immunitario. In questo articolo, esploreremo il legame tra l’abbassamento della temperatura e l’efficacia delle difese immunitarie, alla luce delle recenti scoperte degli studiosi di Harvard Medical School e della Northeastern University. Analizzeremo anche le prime linee di difesa nel naso e l’importanza della temperatura interna delle mucose. Inoltre, daremo voce alle preoccupazioni dei geriatri italiani di fronte al brusco calo delle temperature. Infine, forniremo consigli pratici su come proteggere il naso e rafforzare le difese immunitarie.

Il legame tra abbassamento della temperatura e l’efficacia delle difese immunitarie

Numerose ricerche hanno dimostrato il legame tra l’abbassamento della temperatura e l’efficacia delle difese immunitarie. Il freddo può infatti influenzare negativamente la capacità del nostro organismo di contrastare le infezioni, favorendo la proliferazione di virus e batteri. Secondo uno studio condotto da ricercatori dell’Harvard Medical School e della Northeastern University, il raffreddamento delle temperature esterne può compromettere l’azione dei linfociti T, le cellule che aiutano a combattere gli agenti patogeni. Inoltre, il freddo può causare una riduzione della produzione di citochine, sostanze che regolano la risposta immunitaria. Pertanto, è importante adottare misure per proteggere il nostro organismo dalle temperature rigide, soprattutto durante i mesi invernali. In particolare, è consigliabile mantenere una temperatura interna delle mucose nasali adeguata per favorire le prime linee di difesa del nostro organismo contro gli agenti patogeni respiratori.

La termoregolazione umana in condizioni di stress da calore in salute, malattia e infortunio.
Physiological Reviews

La scoperta degli studiosi di Harvard Medical School e della Northeastern University

Gli studiosi di Harvard Medical School e della Northeastern University hanno scoperto che l’abbassamento della temperatura corporea influenza l’efficacia delle difese immunitarie. La ricerca ha dimostrato che a temperature inferiori a 33 gradi Celsius, i linfociti T, ovvero le cellule del sistema immunitario responsabili della difesa dell’organismo contro virus e batteri, diventano meno attivi. Questo significa che il corpo è più suscettibile alle infezioni quando la temperatura esterna scende al di sotto di una certa soglia. Inoltre, gli studiosi hanno anche scoperto che l’aumento della temperatura interna delle mucose del naso, grazie alla respirazione attraverso il naso stesso, può aiutare a proteggere dalle infezioni virali come il raffreddore comune. Questa scoperta è importante per comprendere come proteggere il nostro organismo durante i mesi invernali e suggerisce che mantenere una temperatura interna adeguata delle mucose del naso può aiutare a prevenire malattie respiratorie.

Le prime linee di difesa nel naso e l’importanza della temperatura interna delle mucose

Le prime linee di difesa nel naso sono fondamentali per proteggere il nostro organismo dalle infezioni respiratorie. Gli studi condotti da ricercatori della Harvard Medical School e della Northeastern University hanno dimostrato l’importanza della temperatura interna delle mucose nel garantire un corretto funzionamento del sistema immunitario. Le mucose nasali svolgono un ruolo cruciale nell’impedire l’ingresso di agenti patogeni e nella rimozione di particelle nocive presenti nell’aria. La temperatura delle mucose influisce direttamente sulla loro capacità di catturare e neutralizzare i virus e i batteri che possono causare malattie. Mantenere una temperatura interna adeguata è essenziale per garantire l’efficacia di queste prime linee di difesa. Alcuni accorgimenti pratici, come coprire il naso con una sciarpa durante il freddo, bere bevande calde e mantenere l’ambiente domestico a una temperatura confortevole, possono contribuire a preservare la corretta temperatura interna delle mucose e rafforzare le difese immunitarie.

Le preoccupazioni dei geriatri italiani di fronte al brusco calo delle temperature

I geriatri italiani si preoccupano del brusco calo delle temperature perché gli anziani sono più vulnerabili alle malattie invernali. Infatti, il sistema immunitario degli anziani è meno efficace rispetto a quello dei giovani, quindi sono maggiormente esposti alle infezioni respiratorie come il raffreddore, la bronchite e la polmonite. Inoltre, gli anziani hanno spesso problemi di circolazione sanguigna, che possono peggiorare con il freddo e aumentare il rischio di ictus e infarti. Per questo motivo, i geriatri consigliano agli anziani di proteggersi dal freddo indossando abiti caldi e coprendo il naso e la bocca con una sciarpa quando escono di casa. Inoltre, è importante mantenere l’ambiente domestico a una temperatura adeguata per evitare sbalzi termici. Infine, i geriatri raccomandano di assumere integratori vitaminici per rafforzare le difese immunitarie e prevenire le malattie invernali.

Consigli pratici per proteggere il naso e rafforzare le difese immunitarie

Per proteggere il naso e rafforzare le difese immunitarie, ci sono alcune abitudini quotidiane che possiamo adottare. Innanzitutto, è importante mantenere una corretta igiene delle mani per evitare di trasmettere germi al viso e alle mucose. Inoltre, è utile bere molta acqua per mantenere il nostro organismo idratato e favorire l’eliminazione delle tossine. È consigliabile anche seguire una dieta equilibrata, ricca di frutta e verdura, per assumere le giuste vitamine e antiossidanti necessari al nostro sistema immunitario. Infine, per proteggere il naso dalle aggressioni esterne, possiamo utilizzare un umidificatore per mantenere l’ambiente domestico idoneo alla salute delle vie respiratorie. In caso di sintomi influenzali o raffreddore, è importante rivolgersi al medico per ricevere le cure adeguate e prevenire eventuali complicazioni.

Fattori interconnessi che determinano una maggiore suscettibilità e impatto delle infezioni virali respiratorie negli anziani. La figura è stata realizzata con immagini tratte da The Noun Project.

Watson A, Wilkinson TMA. Respiratory viral infections in the elderly. Therapeutic Advances in Respiratory Disease. 2021;15. doi:10.1177/1753466621995050

In conclusione…

In un mondo in cui il freddo invernale può mettere a dura prova le nostre difese immunitarie, è fondamentale comprendere il legame tra temperatura e salute. La recente scoperta degli studiosi di Harvard Medical School e della Northeastern University ha messo in luce l’importanza della temperatura interna delle mucose come prima linea di difesa nel naso. Questo ci fa riflettere su quanto sia cruciale prendersi cura del nostro organismo, soprattutto durante i mesi più freddi dell’anno. I geriatri italiani hanno già espresso preoccupazione per il brusco calo delle temperature e la sua potenziale influenza sulla salute degli anziani. Pertanto, è essenziale adottare precauzioni per proteggere il naso e rafforzare le difese immunitarie. Dalle semplici abitudini igieniche al consumo di alimenti ricchi di vitamine, esistono diverse strategie che possiamo adottare per proteggere il nostro organismo durante l’inverno. Ma ci chiediamo: quali altre connessioni sconosciute potrebbero esistere tra il clima e la nostra salute? Forse è tempo di approfondire ulteriormente questa ricerca per garantire una migliore comprensione dei meccanismi che governano il nostro benessere in diverse condizioni climatiche.

Translate »